Spaghetti di Gragnano al pesce (ex fondue chinoise)

Poniamo che, come mi succede spesso, quando acquistate il pesce vi facciate guidare più dalla gola che dal numero dei commensali, e finiate per portare a casa provviste ittiche per utto il condominio. Poniamo che, dopo una bella serata a base di fondue chinoise, vi siano avanzati un po’ di cubetti di pesce misto, gamberetti, eccetera.
Bene: conservateli in frigo in un contenitore ermetico e gioite perché avrete un primo rapidissimo e ottimo per il giorno dopo (non di più). Oppure surgelateli e tirateli fuori dal cilindo una di quelle sere in cui aprite il frigo e sentite l’eco.
Piccolo suggerimento: più il sugo è delicato e veloce, più la pasta è importante. Questa volta io ho fatti gli spaghetti del Pastificio Gentile di Gragnano, conosciuti durante uno degli Eventi pastiferi; ecco, fanno la differenza.
Pronti? Continua a leggere

Pubblicità

Spaghetti alle vongole con il segreto del pescivendolo

Questo è uno dei miei piatti preferiti. Dirò di più: un vero cavallo di battaglia, l’ho fatto decine di volte sempre con successo, con gli ospiti che fanno scarpetta. Non si sbaglia mai, basta non stracuocere le vongole. O la pasta. ma a quel punto siete senza speranza. La ricetta è semplicissima e veloce (tolto il necessario tempo di pulitura delle vongole), ma c’è in più un segreto che mi ha confidato il mio pescivendolo di Varazze. Magari voi lo sapevate già. Io no, e comunque adesso lo condivido. Provate, poi mi fate sapere. Continua a leggere

Spaghetti pomodorini, pinoli e taggiasche

Iniziamo con un cosa facile facile, ché sono quasi le 19:00 ed è l’ora di pensare alla cena. Questi spaghetti a me piacciono molto e sono adorati da tutti in famiglia, quattrenne compresa. Il condimento è pronto mentre bolle l’acqua e cuoce la pasta, anzi anche prima. Li faccio quando sono in ritardo, ho voglia di comfort food e di qualcosa di allegro, profumato e colorato. La mia amica Cipolla che oltre a fare il pane e comprare quasi solo le materie prime (non acquista il cibo, qualunque esso sia; lei lo fa) è un’appassionata della stagionalità (e fa benissimo) non sarebbe d’accordo nel postare una ricetta con i pomodori a gennaio e avrebbe molto ragione. Però io vivrei di pomodori e nel mezzo del gelido inverno a volte ho bisogno di qualcosa che mi ricordi l’estate. Giuro che la prossima volta sarò più eticamente corretta.
Iniziamo, sul serio, con tutti crismi, la lista degli ingredienti e cazziemazzi. Continua a leggere