Due tartare di carne ma leggere, senza uovo

Io, l’ho già scritto ovunque: che sia carne o pesce, vivrei di crudo. Per cui almeno una volta alla settimana metto in tavola una tartare che però, se di carne, è rigorosamente senza uovo. Mi piace più leggera, poco condita, così come poco condito mangio il pesce.
Se vi informate prima sui gusti dei vostri ospiti, visto che il crudo non piace a tutti, è una soluzione perfetta per una cena; ovviamente dovete avere i mai-più-senza coppapasta per servirla al meglio, ma fatto quello, il secondo vi impegnerà giusto dieci minuti. Poi basta un bel contorno, come dicono le mamme e le zie (anche un’insalatona) e siete a posto.
Io vi racconto due tra le versioni che amo di più: a voi sbizzarrirvi con altri condimenti (se però sopra ci buttate la maionese, non venite a dirmelo).
E la prossima volta parliamo di tartare di pesce. Continua a leggere

Pubblicità

Spaghetti pomodorini, pinoli e taggiasche

Iniziamo con un cosa facile facile, ché sono quasi le 19:00 ed è l’ora di pensare alla cena. Questi spaghetti a me piacciono molto e sono adorati da tutti in famiglia, quattrenne compresa. Il condimento è pronto mentre bolle l’acqua e cuoce la pasta, anzi anche prima. Li faccio quando sono in ritardo, ho voglia di comfort food e di qualcosa di allegro, profumato e colorato. La mia amica Cipolla che oltre a fare il pane e comprare quasi solo le materie prime (non acquista il cibo, qualunque esso sia; lei lo fa) è un’appassionata della stagionalità (e fa benissimo) non sarebbe d’accordo nel postare una ricetta con i pomodori a gennaio e avrebbe molto ragione. Però io vivrei di pomodori e nel mezzo del gelido inverno a volte ho bisogno di qualcosa che mi ricordi l’estate. Giuro che la prossima volta sarò più eticamente corretta.
Iniziamo, sul serio, con tutti crismi, la lista degli ingredienti e cazziemazzi. Continua a leggere